E se restassi?

12,00 Iva Inclusa

di Francesca Brancati

Il racconto di chi ha guardato sempre avanti con orgoglio

Collana: Social

 

10 disponibili

Descrizione

Una storia. Mille intrecci. Vite irrisolte dietro angoli di paure ed incertezze. Una storia che può essere “diversa” dalle altre ma, in fondo, “uguale” a molte altre. Le difficoltà di spiegarsi e di “piegarsi” ad una società ancora condizionata dai pregiudizi, in una piccola città della grande “provincia chiamata Italia, dove i diritti sono privilegi e dove continua ad essere difficile affrontare il tema dell’omosessualità. Il racconto di chi ha guardato sempre avanti con orgoglio rialzandosi dalle proprie macerie, che ha fatto il suo percorso “combattendo contro un esercito di demoni interiori, prima ancora che con quelli che ti attendono fuori”. Come se fosse sempre l’ultimo istante.

Francesca Brancati (1986), di famiglia napoletana, attivista per i diritti civili, da sempre impegnata sul piano politico e sociale, è membro del Comitato di Coordinamento Nazionale di Equality Italia, rete nazionale trasversale per i diritti civili. Ha scritto una provocatoria lettera a Guido Barilla affinché l’azienda desse un segnale di apertura, dopo le esternazioni omofobiche di cui il patron dell’omonimo pastificio era stato autore e , recentemente, è stata ospite della trasmissione televisiva “Le Iene” su Italia1 per denunciare un emblematico episodio di omofobia e diffamazione. Alle primarie del centrosinistra del 2012 ha incontrato il candidato Pierluigi Bersani chiedendogli di inserire ufficialmente le unioni civili all’interno del programma elettorale, notizia riportata da numerose testate nazionali.

 65 Visite totali,  1 Visite oggi

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “E se restassi?”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *