Contattateci: (+39) 080 557 60 03 - Fax: 080 552 30 55 - info@wipedizioni.it

Infatuazione

Portfolio Categories: Narrativa, Poesia, SpazioTempo e Università.

 di Gianfranco Longo

Sottotitolo: L’olocausto della memoria europea, l’abiura della democrazia

IV parte del poema Cantico di lode, meditazione e ricerca sul creato e sulla creazione, che nella versificazione propone al lettore un’evocazione cognitiva su legami ed eventi dell’uomo, riflette, nel 70esimo dell’entrata in vigore della Costituzione italiana, sulla democrazia morente e sull’olocausto della memoria europea, in un presente collettivo infatuato dalla monetarizzazione delle sorti e dal debito d’esistenza.

Gianfranco Longo (Bari, 1965) insegna Filosofie, diritti e religioni del Medio ed Estremo Oriente nel Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Ha trascorso alcuni anni di studio per il suo primo dottorato in Filosofia e Sociologia del diritto nella “Westafälische Wilhelms-Universität” di Münster in Germania. Ha in seguito conseguito un secondo dottorato in Diritto costituzionale nell’Università di Bari. Per un incarico governativo dell’Unione Europea, ha lavorato tra il 1994 e il 1995 in Uruguay, nella città di Artigas al confine con il Brasile. Per tali impegni e per tali servizi umanitari è stato insignito del Premio Internazionale Sarnelli nel 2016. In occasione della I Edizione del Concorso nazionale Bari città  aperta è risultato vincitore nella  Sezione “Poesia edita” con l’opera Empireo  (Mimesis, Milano-Udine, 2016). Ha pubblicato per i tipi della WIP Infatuazione (2018) e Shalom (2018),  rispettivamente quarta e quinta parte del poema Cantico di lode.

Collana: SpazioTempo (n. 24)

 

 

infatuazione

 

 


7,130 total views, 1 views today

Ritorna all'inizio

Tag

Commenti recenti