Contattateci: (+39) 080 557 60 03 - Fax: 080 552 30 55 - info@wipedizioni.it

Il pallone che rotolò fino alle olimpiadi

Portfolio Categories: Narrativa e Sport.

 di Vittorio Brandi

Ero un po’ scettico dopo la prima telefonata. Perché non sapevo dell’esistenza di un tedoforo pugliese alle Olimpiadi di Londra. Ma la storia raccontata mi incuriosiva. E un caffè non si nega a nessuno. Anche per cortesia. Così quando incontrai Vittorio Brandi nella redazione della Gazzetta del Mezzogiorno lo ascoltai in silenzio. L’interesse per la vicenda superò ben presto la semplice curiosità. Soprattutto perché Vittorio riusciva a trasmettere le stesse emozioni che aveva provato correndo la frazione di 300 metri con la fiaccola olimpica in mano. Dietro quel momento di gloria c’erano sacrifici, umiliazioni, gioie e dolori non solo a cinque cerchi. Ma il pregio di questo brindisino, barese di adozione, è anche un altro: la determinazione con la quale continua a voler testimoniare gli ideali olimpici in lungo e in largo. Una specie di ambasciatore del sacro fuoco di Olimpia. La sua disponibilità è quasi commovente. Dovunque ci sia la possibilità di presenziare con la fiaccola, che sia una scuola o una manifestazione sportiva, lui c’è. Attenzione, non è protagonismo, ma spirito di servizio. Vittorio è diventato una specie di missionario laico sempre pronto a trasmettere una testimonianza che non può lasciare indifferenti, fatta di rispetto, onestà, altruismo. Insomma, la persona giusta nel ruolo giusto. Lui vorrebbe fare di più. Vorrebbe essere considerato di più dalla galassia sportiva di casa nostra. Se ti scelgono tra 11mila partecipanti ad un concorso non è solo casualità. È una specie di segno del destino. Doveva andare così. Gli fanno male l’indifferenza, le porte chiuse, la gente che non lo ascolta. Comunque vada, grazie Vittorio. Da tutti noi. [Commento di Nani Campione]

Maggiori informazioni sul sito dell’Autore.

 

 

Il pallone che rotolo

 

 

 



1,904 total views, 2 views today

Ritorna all'inizio

Tag

Commenti recenti